You are here: Home -  Mbt Negozi inibitori di tossina legame in vitro

Mbt Negozi inibitori di tossina legame in vitro

Mbt Negozi

L'adesione di organismi patogeni per ospitare i tessuti è il presupposto per l'avvio della maggior parte delle malattie infettive. In molti sistemi, è mediata da lectine presenti sulla superficie del organismo infettivo che si legano ai carboidrati complementari sulla superficie dei tessuti dell'ospite. Mutanti lectina-carenti spesso non hanno la possibilità di avviare l'infezione. Le lectine batteriche sono tipicamente nella forma di appendici allungate submicroscopici proteina multi-subunità, dette fimbrie (o pili). Il meglio caratterizzato di questi sono del tipo 1 fimbrie specifico-mannosio, il P-fimbrie specifico galabiose e fimbrie N-acetilglucosamina-specifico di Escherichia coli. Carboidrati solubili riconosciuti dalle lectine superficie batterica bloccano l'adesione dei batteri alle cellule animali in vitro. Aromatici α-mannosides sono potenti inibitori di tipo 1 fimbriated E. coli, essendo fino a 1000 volte più attivo di MeαMan, con affinità nella gamma Negozi Mbt Bologna nanomolare. Ciò è dovuto alla presenza di una regione idrofobica accanto al sito monosaccaride vincolante della fimbrie, come recentemente dimostrato da studi radiografici. Saccaridi polivalenti (ad esempio, neoglycoproteins o dendrimeri) sono potenti inibitori di adesione batterica in vitro. Molto significativamente, saccaridi lectina-inibitori hanno dimostrato di proteggere i topi, conigli, vitelli e scimmie contro l'infezione sperimentale da batteri-lectina trasporto. Poiché agenti anti-adesivi non agiscono uccidendo o arrestando la crescita dei patogeni, è molto probabile che i ceppi resistenti a tali agenti emergeranno a un tasso nettamente inferiore Mbt Negozi di ceppi resistenti agli antibiotici. Zuccheri adatti anche inibire il legame alle cellule di tossine carboidrato-specifico, tra i quali quelli di Shigella dysenteriae tipo 1, e del omologa Verotoxins di E. coli, specifico per galabiose. Leganti polivalenti opportunamente progettati sono fino a sei ordini di grandezza più forti inibitori di tossina legame in vitro di quelli monovalenti, e proteggere i topi contro la tossina Shigella. I dati di cui sopra forniscono una prova evidente per la fattibilità della terapia anti-aderenza delle malattie infettive, anche se questo non è stato ancora successo negli esseri umani. Tutto sommato, però, non c'è dubbio che gli inibitori di lectine microbiche saranno in un prossimo futuro, far parte del arsenale di farmaci per la terapia di malattie infettive. Sandali Mbt 2014
0 Commenti


Parlare la vostra mente